Domenica, 13 Dicembre 2020 13:15

Errore n° 1 dei venditori - Errato prezzo di vendita - parte prima - Perché è un grosso problema In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

 

Proporre in vendita il proprio immobile fuori prezzo di mercato può essere uno sbaglio così grande da poter condizionare in maniera negativa tutto il processo di vendita fino all’estremo di non riuscire a venderlo dopo anni e di dover alla fine svenderlo rispetto al valore che si sarebbe potuto ottenere se la casa fosse stata posta in vendita fin da subito al prezzo corretto.

Ovviamente sto parlando del caso in cui si proponga in vendita la casa ad un prezzo superiore al valore di mercato del momento, perché è palese il danno economico di sbagliare il prezzo di vendita in senso diminutivo.

Molti pensano che tanto ad abbassare il prezzo si faccia sempre in tempo.

Non è proprio così

Il momento migliore per ottenere il prezzo più alto è nei primi due mesi di messa in vendita dell’immobile, quando la casa è percepita in maniera positiva dal mercato come una novità e l’unione tra proporlo in vendita al prezzo corretto e l’effetto novità creerà un grande interesse che (soprattutto se la casa è di quelle più richieste e nelle zone più richieste) facilmente potrebbe sfociare in proposte d’acquisto e quindi nella vendita.

Ma che succede invece se il prezzo è troppo alto?

Fatalmente la casa non si venderà, i mesi passeranno e quando i possibili acquirenti vedranno dopo mesi e mesi la sua pubblicità avranno un effetto déjà vu e andranno oltre non accorgendosi neanche di eventuali ribassi, perché prima di vederli saranno andati oltre al pensiero “ Ah di nuovo quella casa carissima”.

Succede poi che dopo ogni ribasso che non sortisce effetto si continua a ribassare pensando che il problema sia solo quello ignorando l’effetto negativo del déjà vu e finendo probabilmente per svendere la propria casa rispetto a quanto valeva al momento iniziale della messa in vendita.

Un altro motivo per cui spesso i ribassi non sortiscono effetto è che siamo ancora in un mercato al ribasso (tranne poche isole felici come le grandi città) dove i valori delle case continuano a scendere e quindi spesso gli adeguamenti del prezzo arrivano troppo tardi, quando il valore percepito e recepito dal mercato è diminuito ulteriormente creando una rincorsa infinita.

Cosa fare allora?

Oltre all’ovvia considerazione di partire col prezzo giusto o quanto meno di adeguarlo velocemente, mi viene da suggerire, per limitare quanto meno l’effetto déjà vu, di togliere l’immobile dal mercato per qualche giorno e riproporlo successivamente con nuove foto prese da angolazioni diverse e nuova descrizione. E’ comunque un palliativo, ma che può aiutare a ricreare un certo effetto novità.

Nel prossimo articolo parlerò del perché si parta spesso con un prezzo troppo alto

Vito Desanguine

13/12/2020

Letto 283 volte Ultima modifica il Venerdì, 08 Ottobre 2021 14:50

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.